Forse non tutti sanno che: 10 curiosità su “Anna Karenina” di Lev Tolstoj

Continua la rubrica “Forse non tutti sanno che”, grazie alla quale speriamo di farvi scoprire qualcosa in più sui romanzi più amati. Questo quarto appuntamento è dedicato a Anna Karenina di Lev Tolstoj. Siete sicuri di sapere proprio tutto su questo grande classico della letteratura?

 Ecco 10 curiosità che ho scovato per voi:

Anna Karenina uscì inizialmente a puntate dal 1875 al 1877 su Il Messaggero Russo ma, a causa delle idee politiche antinazionaliste dell’autore- contrarie a quelle della testata giornalistica-, la pubblicazione fu interrotta prima dell’uscita dell’ottava e ultima parte del romanzo, che fu semplicemente riassunta in poche righe.

– La storia di Anna Karenina non è completamente frutto della vena creativa di Tolstoj. L’autore trasse ispirazione da un fatto accaduto ad una ragazza di sua conoscenza: la giovane Anna Stepanovna Pirogova, la quale dopo una cocente delusione d’amore si suicidò il 4 Gennaio del 1872 gettandosi sotto un treno che transitava nella stazione di Jasenski.

– L’aspetto ed il modo di fare di Anna, invece, pare siano stati ispirati da Maria Hartung, figlia maggiore del poeta russo Aleksandr Puskin. Poco tempo dopo averla incontrata ad una cena, Tolstoj cominciò a leggere la prosa di Puskin ed ebbe la visione di un «delizioso gomito aristocratico e nudo», che risultò essere un primo indizio che portò a delineare la figura di Anna.

MariaHartung-lastanza
Maria Hartung

– Sebbene la maggior parte dei critici russi del tempo abbia stroncato l’opera di Tolstoj, definendola “un romanzo frivolo dell’alta società, Dostoevskij scrisse “Anna Karenina in quanto opera d’arte è la perfezione… e niente della letteratura europea della nostra epoca può esserle paragonato, mentre Nabokov lo definì “il capolavoro assoluto della letteratura del XIX secolo”. William Faulkner invece parlò Anna Karenina come “il miglior libro mai scritto”.

– Il personaggio di Lévin è un alter ego dello stesso autore. Ciò si evince sia dalla somiglianza tra i loro nomi che da alcuni episodi della sua storia d’amore con Kitty – come la dichiarazione attraverso un gioco di parole e il fatto che Lévin abbia obbligato la moglie a leggere i suoi diari, prima di sposarlo- che richiamerebbero alcune delle vicende amorose vissute da Lev e sua moglie Sofya.

LevSofyaTolstoj-lastanza
Lev Tolstoj e sua moglie Sofya

– Ai tempi di Tolstoj il divorzio in Russia era una procedura complicata, costosa ed umiliante. C’erano solo tre situazione in cui si poteva essere sicuri di ottenerlo: sopravvenute disabilità fisiche, scomparsa di uno degli sposi o adulterio.

– Nel romanzo L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera, Tomáš e Tereza chiamano il loro cane Karenin in onore della protagonista del romanzo di Tolstoj.

– Sono innumerevoli gli adattamenti cinematografici di questo grande classico della letteratura russa. Il primo risale al 1911, per la regia di Maurice Maître. I più famosi sono, tuttavia, i film del 1935 di Clarence Brown, quello del 1948 di Julien Duvivier e quello del 1997 di Bernard Rose. In tali adattamenti i panni di Anna sono vestiti rispettivamente da Greta Garbo, Vivien Leigh e Sophie Marceau. Il più recente lungometraggio tratto dal libro di Tolstoj, per la regia di Joe Wright e con Keira Knightley nel ruolo di protagonista ha invece fatto molto discutere.

annakarenina-collage-lastanza
Greta Garbo, Vivien Leigh, Sophie Marceau e Keira Knightley nei panni di Anna Karenina

– Il libro è diventato un bestseller negli Stati Uniti soltanto a partire dal 2004, dopo che la giornalista Oprah Winfrey lo consigliò nel corso del suo programma televisivo.

– Perché Anna Karenina è un personaggio tanto amato? Indubbiamente perché è una donna che fino alla sua tragica morte ha lottato con tutte le sue forze contro le convenzioni del suo tempo pur di vivere con il conte Vronskij, il grande amore della sua vita. Il suo stesso suicidio altro non è che un modo di ribellarsi alla società in cui ha vissuto.

Giulia Astarita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...